PASSATO, PRESENTE, FUTURO con Angelo Spagnolo

06-angelo-spagnolo-designerPASSATO, PRESENTE FUTURO con Angelo Spagnolo

Visitare nelle sale del Castello inferiore di Marostica la mostra "Essenza della forma" del prof. Angelo Spagnolo è un po’ come camminare nella storia del design italiano, dai primi studi realizzati durante il periodo di formazione all’Istituto Statale d’Arte di Nove fino alle ultime creazioni di qualche giorno fa.
Angelo Spagnolo a parere mio è il designer per definizione, sempre attento non solo all’estetica ma anche alla fruibilità dell’oggetto e alla facilità di produzione seriale.

Durante gli anni di insegnamento all’Istituto Statale d’Arte non ha mai smesso di collaborare con le aziende più attente e innovative del territorio, tra le quali la SICA di Cartigliano e la Lineasette di Marostica. In questo modo il filo diretto tra la scuola e fabbrica faceva crescere ed affermare il suo talento di insegnante e designer.

Lo stile di Angelo Spagnolo è riconoscibilissimo nella sua grafica e nel colore che molto spesso che si rifà alle argille naturali o ai colori della nostra terra. Il gres cuocendo ad alte temperature da alle sue creazioni la durevolezza della pietra… dicono bene gli inglesi che lo chiamano “stoneware”.

Nelle sue ultime sue produzioni ho notato un sollevarsi di forme che dalla piastra di appoggio sembra vogliano staccarsi e protendere verso l’alto: insomma un linguaggio forse più leggero del precedente, che sembra indicare una nuova via alla sua fertile creatività. In questi ultimi lavori si nota sempre la progettualità e lo studio che lo contraddistinguono, ma queste tessere creano mosaici tridimensionali che occupano spazi che prima non c’erano: alcune si librano leggere come voli di farfalle, altre saggiamente dimensionate creano volumi slanciati e modularità che permettono ad un arredatore d’interni di creare pannelli e pareti davvero eleganti ed originali.

Che dire, Angelo Spagnolo incarna il passato, il presente ma anche molto futuro nel mondo del design, avremo senz’altro modo ed occasione di parlare ancora molto di lui.

L'esposizione, realizzata in collaborazione con Lampi Creativi e l'associazione Nove terra di ceramica, rimarrà aperta fino a domenica 7 gennaio 2018. Ingresso libero.
Informazioni: 0424 479122 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

Danilo Rigon